Tombola di beneficenza – Umbertide

Il Comitato Aucc di Umbertide organizza la tombola estiva di beneficenza. L’estrazione dei numeri vincenti si terrà sabato 8 settembre 2018 alle ore 23.00 in piazza Matteotti di Umbertide. La tombola estiva è diventata ormai un appuntamento fisso per i cittadini di Umbertide.

E’ da 29 anni che il comitato cittadino organizza l’iniziativa finalizzata a raccogliere i fondi per il mantenimento del Servizio di Assistenza Oncologica Domiciliare. Il SAOD è attivo sul comprensorio di Umbertide, Lisciano Niccone, Montone e Pietralunga, tutti i giorni, compresi quelli festivi, 24 ore su 24.

Per 365 giorni l’anno l’Aucc costituisce un punto di riferimento importante per i tanti malati di cancro del territorio e per le loro famiglie, fornendo loro gratuitamente assistenza medica, infermieristica, psicologica, fisioterapica e trasporto presso i centri di diagnosi e terapia.

L’attività del Comitato di Umbertide, all’interno del SAOD, prevede quattro infermieri professionisti e un medico palliativista. Sul territorio è attivo anche il servizio di trasporto presso i centri di diagnosi e terapia con un pulmino guidato da infermiere professionale. Il SAOD di Umbertide si attiva tramite medico di famiglia o Centro Salute Umbertide e copre i comuni di Umbertide, Lisciano Niccone, Montone e Pietralunga.

L’ASSISTENZA ONCOLOGICA DOMICILIARE AUCC

assistenza_domiciliare_Aucc onlusL’assistenza domiciliare consiste in percorsi assistenziali che vengono svolti all’interno del domicilio della persona. L’èquipe dell’Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro è formata da medici, psicologi, infermieri, fisioterapisti, psichiatri e volontari.
Il team di specialisti opera in stretta collaborazione con l’assistito e la sua famiglia, con il Medico di Medicina Generale MMG e le ASL di appartenenza. L’equipe medica AUCC pianifica le azioni necessarie a stabilizzare il quadro clinico, a ridurre e contenere il declino funzionale e a migliorare la qualità della vita della persona ammalata e della sua famiglia.

Il percorso intende valorizzare le risorse, le capacità e l’individualità dell’assistito e della sua famiglia. Un progetto personalizzato di cura, quello domiciliare, che privilegia il mantenimento delle relazioni e la partecipazione alle attività sociali della comunità di riferimento dell’assistito. L’operatore AUCC una volta entrato tra le mura domestiche dell’assistito, opera con delicatezza e riserbo. Entrando egli non vede la malattia ma la persona; non vede un letto ma l’intimità di una vita. Un approccio che rende amorevole l’assistenza professionale che viene fornita.

IL SAOD È GRATUITO COME TUTTI I SERVIZI FORNITI DALL’AUCC

Altri eventi