Il servizio di assistenza oncologica domiciliare (SAOD)

L’ASSISTENZA DOMICILIARE

L’assistenza domiciliare consiste in percorsi assistenziali che vengono svolti all’interno del domicilio della persona. L’èquipe dell’Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro è formata da medici, psicologi, infermieri, fisioterapisti, psichiatri e volontari.
Il team di specialisti opera in stretta collaborazione con l’assistito e la sua famiglia, con il Medico di Medicina Generale MMG e le ASL di appartenenza.
L’equipe medica AUCC pianifica le azioni necessarie a stabilizzare il quadro clinico, a ridurre e contenere il declino funzionale e a migliorare la qualità della vita della persona ammalata e della sua famiglia.
Il percorso intende valorizzare le risorse, le capacità e l’individualità dell’assistito e della sua famiglia.
Un progetto personalizzato di cura, quello domiciliare, che privilegia il mantenimento delle relazioni e la partecipazione alle attività sociali della comunità di riferimento dell’assistito.
L’operatore AUCC una volta entrato tra le mura domestiche dell’assistito, opera con delicatezza e riserbo. Entrando egli non vede la malattia ma la persona. Non vede un letto ma l’intimità di una vita. Per questo motivo l’equipe AUCC assiste la persona e la sua famiglia con amore e professionalità.
IL SAOD È GRATUITO COME TUTTI I SERVIZI FORNITI DALL’AUCC

PER ATTIVARE IL SAOD OCCORRE:

  1. Scaricare la scheda di attivazione.
  2. Consegnare la scheda di attivazione al medico di medicina generale per la compilazione.
  3. Una volta compilata bisogna consegnare la scheda di attivazione all’ufficio PUA (Punto Unico di Accesso) del Centro di Salute del paziente (può consegnarla il medico o il familiare dell’assistito).

Il PUA provvede ad inviare la scheda di attivazione all’AUCC via fax al n° 075/5270635 o via mail.
Alla ricezione della scheda di attivazione, sarà cura e premura dell’AUCC contattarvi immediatamente per il primo appuntamento.

I DOCUMENTI NECESSARI DOPO L’ATTIVAZIONE DEL SAOD

  • LA LIBERATORIA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
    Clicca qui per scaricarla. La liberatoria può essere inviata tramite fax allo 075 5270635 o tramite mail all’indirizzo segreteria@aucc.org. In alternativa la liberatoria può essere consegnata a mano al medico AUCC al momento della prima visita.
  • IL DIARIO
    Il diario sarà fornito dagli operatori AUCC e rimarrà all’interno del domicilio dell’assistito. Per scaricare il diario clicca qui.
    Ad ogni cura prestata l’operatore (AUCC, ASL, medico di base) firmerà il diario, registrando data e intervento effettuato. Questa procedura permette di operare nel massimo della professionalità e della sicurezza perchè documenta le prestazioni degli operatori che si susseguono.
    (Quando il diario sarà completo o sarà terminata la cura che viene prestata alla persona assistita, lo stesso dovrà essere consegnato alla segreteria AUCC o a mano o tramite posta ordinaria o tramite fax 075 5270635).
  • IL QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE
    È uno strumento di lavoro elaborato e redatto dall’équipe medica dell’AUCC che farà comprendere l’efficacia della prestazione e renderà espliciti i punti di forza dell’organizzazione o le criticità. Sarà utile riportare cenni di apprezzamento o eventuali critiche circa il metodo, le procedure o altro. Il questionario (clicca qui per scaricarlo) può essere compilato in forma anonima e spedito tramite posta ordinaria all’AUCC onlus, Strada la Torretta, 2/bis traversa via Pievaiola Km 5 06132 Perugia.

 

IL PREZIOSO RUOLO DELLA FAMIGLIA

La famiglia è al centro dell’intervento assistenziale in quanto soggetto cardine nell’assistenza a domicilio.
L’incontro con la famiglia fa emergere le aspettative di ogni membro, le risorse che si mettono a disposizione, i bisogni educativi, la necessità dell’acquisizione di competenze pratiche.
La famiglia di fronte alla malattia ha necessità di riorganizzare il tempo, lo spazio e le azioni quotidiane.

In questo piano di azione si inserisce l’equipe medica AUCC il cui ruolo è principalmente quello di sostenere ed indirizzare la famiglia per affrontare al meglio i problemi di salute psico-fisica della persona affetta da patologia oncologica.

Con professionalità e amore l’AUCC include nel suo progetto di cura il paziente e la sua famiglia.